Immerso nei colori

Sabato io e la mia inseparabile Nikon siamo partiti alla volta di una delle montagne più belle e misteriose del centro Italia. Vulcano ormai “spento”, l’Amiata oltre ad essere meta sciistica è molto di più….Pensate, che tramite il calore che è al suo interno, gli abitanti dei paesi limitrofi si scaldano(chiaramente questa fonte di calore è privatizzata e si paga!!).

Chiaramente sono presenti anche sorgenti termali, percorsi per trekking e Mtb ed in inverno con l’arrivo della neve gli impianti di risalita prendono vita per far divertire grandi e piccini.Alberghi e Ristoranti con cucina tipica del posto, come i deliziosi funghi fritti dell’Amiata, sono pronti tutto l’anno per accogliere i tanti turisti della montagna.

Specialità dell’Amiata sono:I BISCOTTI CON GLI ANICI, SPECIALITA’ A BASE DI CINTA SENESE,PICI FATTI A MANO, LA TORTA RICCIOLINA, ZUPPA DI FUNGHI, LAPANZANELLA(IL PASTO DEL MINATORE), BASTADRDONE DI ANTEA(FAGIOLONE DI ABBADIA S.SALVATORE), IL GIULEBBE(GRAPPA), CASTAGNE.

Dopo questa bella “scorpacciata” di bontà perchè non fare una stupenda passeggiata e giungere sino alla stupenda Croce con una stupenda terrazza che sbizzarrisce la vista sino ad arrivare, nelle giornate di cielo limpido, sino al Mar Tirreno.

Proseguendo, dopo la Croce, si arriva alla Madonna degli Scout , bellissima e dove il panorama è mozzafiato e si assapora la bellezza della natura.

Un altra stupenda avventura ha contatto della natura.

Date
Category
2016